Bed and breakfast Poggio dei Pettirossi a Pettorano sul Gizio, vicino Sulmona


Processione del Venerdì Santo a Sulmona

processione del venerdì santo a Sulmona

Tra le processioni del Venerdì santo, quella serale è sicuramente la più suggestiva e la più grande, e si snoda per tutte le vie del centro storico di Sulmona. È organizzata dai confratelli della SS. Trinità, detti Trinitari, perciò la processione è nota anche come Processione dei Trinitari.

Il passo dei portari è quello lento e dondolante del cosiddetto "struscio". La processione ha inizio dalla piccola e antica chiesa della Trinità, sede dell' Arciconfraternita, che riapre dopo essere stata chiusa dal Mercoledì santo. All'inizio sfila il Tronco, grande croce coperta da un velluto rosso e decorata da foglie e frutta in argento, tutto del '700.

Il Tronco è portato da un confratello e dietro di esso sfilano tutti gli altri confratelli che portano i caratteristici e tipici "lampioncini" in argento del '700.

Dopo questi, c'è il coro composto da oltre 100 confratelli che intonano il Miserere, seguiti dalla banda che accompagna il canto con la Marcia del Vella. Sfila poi la lettiga in argento del '700 (decorata con tessuti e veli) dove è posta la statua del Cristo morto sopra il quale, prima della processione, i fedeli hanno posato dei fiori. A chiudere il mesto, lento e lungo corteo è la statua dell'Addolorata, una particolare statua vestita con un abito completamente nero.

Arrivati alla chiesa di S. Maria della Tomba, dal campanile della chiesa scende una cascata di luci che, nella fede cristiana, serve ad indicare che il Cristo ha liberato i fedeli dai peccati. Davanti a questa chiesa, secondo antichi e rituali patti, i Trinitari cedono ai Lauretani il permesso di portare le statue per le vie del loro quartiere, riconsegnando poi ai Trinitari le statue. I Lauretani hanno comunque il permesso di sfilare con i Trinitari fino al rientro in chiesa, anch'esso molto suggestivo: tutti i confratelli con i "lampioncini" si dispongono attorno al portale e assistono al rientro del Tronco del Cristo e dell'Addolorata (quest'ultima rientra rivolgendosi alla folla dei fedeli e turisti).

Dopodiché, i battenti della chiesa vengono chiusi. La processione inizia circa alle ore 20-21 e termina approssimativamente all'una di notte.

"fonte Wikipedia"